Per saperne ancora di più…

L’origine dell’iniziativa
Il Programma Regionale toscano del Fondo Sociale Europeo+ 2021-27 promuove a Lucca la realizzazione di percorsi inclusivi e innovativi di partecipazione che accompagnino i processi di rigenerazione urbana, finanziati nel Piano del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2021-27 per i quartieri di Ponte a Moriano e San Concordio.
I progetti che sono risultati meritevoli del supporto del PR FESR 2021-2027 sono già stati individuati dal Comune di Lucca. Ma la loro realizzazione, la capacità che avranno di incontrare gli effettivi bisogni delle comunità potranno essere resi migliori con attività di informazione, condivisione e coinvolgimento degli effettivi destinatari e protagonisti dei progetti: la cittadinanza di Ponte a Moriano e San Concordio.

Il “Documento di introduzione al processo partecipativo” in sintesi

Partecipare come: fasi e caratteristiche del processo
Per garantire una massima accessibilità e comprensibilità delle iniziative, valorizzando la natura sperimentale dei processi partecipativi, il programma di attività sarà gestito e fruibile in modalità multicanale: fisica-analogica; immateriale-digitale.

Le piattaforme web
Luccapartecipa.it sarà l’alter-ego virtuale delle iniziative fisiche ma avrà anche un valore autonomo nell’attivazione della partecipazione e nell’ascolto della comunità locale.
Luccapartecipa.it ospita, fra l’altro, link ad una piattaforma digitale di rilevazione demoscopica che, nel corso del progetto: raccoglierà adesioni per colloqui di ascolto qualitativo delle comunità locali; rileverà – come in guisa di sondaggio esplorativo – priorità ed attese dei cittadini sui progetti che saranno illustrati nei due quartieri dai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale.

La voce dell’Amministrazione – l’illustrazione dei progetti
Nel corso di due incontri pubblici a San Concordio e Ponte a Moriano, esponenti dell’Amministrazione Comunale di Lucca illustreranno gli interventi previsti di riqualificazione dei luoghi con il coinvolgimento della cittadinanza. I punti più rilevanti dei due incontri saranno sintetizzati sulle pagine web di luccapartecipa.it e rilanciati con comunicati stampa sui media, affinché ne giunga contezza anche fra quanti non potranno partecipare.
Si tratterà di appuntamenti informativi e di avvio dell’effettivo processo di partecipazione. Nel corso degli appuntamenti fisici, a fronte dell’illustrazione dei progetti da parte dell’Amministrazione, saranno ospitati interventi estemporanei dei cittadini nel merito delle iniziative, ma i limiti temporali di un incontro serale richiedono che il confronto sia anche differito ai giorni successivi. L’illustrazione pubblica degli amministratori rappresenterà infatti l’effettivo avvio del processo partecipativo, perché:

  • nel corso degli incontri fisici, così come su luccapartecipa.it, i cittadini potranno esprimere le proprie opinioni;
  • l’esito delle iniziative e l’illustrazione dei progetti saranno diffusi sulla stampa e recuperabili su luccapartecipa.it, affinché ogni cittadino possa conoscerne i termini e farsene un’opinione;
  • su contatto whatsapp, in e-mail, su form di commento, gli abitanti potranno esprimersi sui progetti e far giungere la propria voce agli amministratori;
  • su luccapartecipa.it, Demopolis attiverà una piattaforma digitale di rilevazione demoscopica, per registrare priorità ed attese dei cittadini sui progetti che saranno illustrati.

La voce dei cittadini sui progetti
Il Comune di Lucca, con la collaborazione dell’Istituto Demopolis, raccoglierà opinioni, suggestioni, richieste della cittadinanza in merito ai progetti programmati a San Concordio e
Ponte a Moriano.
Accanto all’ascolto delle voci che giungeranno su contatto whatsapp, in e-mail o su form di commento di luccapartecipa.it, saranno realizzati dall’Istituto Demopolis due approfondimenti demoscopici per indagare le dinamiche d’opinione sui progetti per Ponte a Moriano e San Concordio.
Il resoconto sintetico dei contenuti emersi nelle fasi di partecipazione garantirà la rappresentazione di differenze e posizioni policentriche e punterà a rappresentare con efficacia anche lo spirito dell’esperienza dei cittadini. Si tratterà di una summa articolata del vissuto delle comunità rispetto ai progetti che le investiranno che sarà illustrata agli amministratori affinché possano prenderla in carico e coniugarne le attese con la pratica ed effettiva realizzazione degli interventi.

Lucca, 1 settembre 2023